Leggere in prima

Presentare in classe prima le lettere una alla volta? Comodo per l’insegnante, scomodo per i bambini che aspettano di vedere tutte le lettere in una volta per applicarsi .

Bambini

Solo se sei commosso puoi pensare di comprendere un bambino.

Speranza

La gioia di apprendere è quando un bambino può pensare di imparare a leggere, a contare, a capire i problemi anche da solo, allora aumenta la speranza.

Libro di lettura

Mi racconta una mamma che sua figlia di classe seconda ha letto per intero il libro “Tre gattini tre storie ” di 140 pagine. Tutto in una mattina. Era felice Quando mai è possibile fare lo stesso con il libro di lettura che cambia storia ad ogni pagina ? E che fa domande inquisitive in […]

Partire dalla fine

Tanti bambini resistono ad impegnarsi. Non sono distratti , ma aspettano che l’insegnante finisca il suo argomento. Ci penseranno poi loro a rifare il percorso partendo dalla fine. Sono fatti così . E se qualcuno insiste che rispondano passo per passo con la gradualità , sono problemi loro.

Chiocciole

Mi chiede una collega: – Ho tanti bambini che volano in matematica e due che non si alzano mai. Come aiutarli? – Non insistere, perché si chiudono proprio quando ti avvicini per aiutarli e si aprono invece quando li guardi da lontano. Come le chiocciole

Tentazione e silenzio

Mi scrive una collega. -Oggi in classe con i bambini regnava un silenzio palpitante che cresceva sempre di più Ero emozionata anch’io e avevo la tentazione di complimentarmi dicendo ” che bravi,” ma sapevo per esperienza che crollava tutto . Anche loro avrebbero ricominciato a parlare .-

Tutto a rovescio

Mi scrive una collega. -Oggi sono arrivati i libri di quarta e i bambini mi indicavano la pagina a caso che volevano provare a risolvere . Io la proiettavo sulla Lim . Volevano risolverla subito senza aspettare le settimane e i mesi perché nella loro vita è tutto così: tutto a rovescio.

Stupire la maestra

Durante il Covid ho dato ai bambini il compito di stupirmi . E allora mi mandavano video in cui mi spiegavano cose interessanti e difficilissime di ogni materia. Poi mi chiedevano – Maestra hai capito? Il messaggio nascosto era , “hai capito che ti voglio bene ?”

Ascoltatore

Una collega da Macerata mi dice: -Non faccio a tempo ad arrivare che mi fanno loro la lezione di storia , i bambini-. Si sono abituati dalla TV a fare i presentatori e gli sembra normale. che io stia in silenzio, a fare l’ascoltatore.